salta alla navigazione

Etica pratica nel villaggio globale

20, Gennaio 2014 Inviato da admin in : credenze e valori , aggiungi un commento

In Europa si usa porre l’ inizio della riflessione razionale sui principi etici nell’ Antica Grecia, in seguito essa fu integrata da apporti dal credo cristiano e più tardi dal pensiero rinascimentale e illuminista. Importante fu anche l’ influsso del mondo islamico nel preservare il pensiero filosofico classico. Dall’ insegnamento della filosofia al liceo possediamo tutti alcune conoscenze di base. Siamo tuttavia sicuri che, soprattutto nell’ odierna società multiculturale, queste conoscenze rappresentino una base comune? È vero che il pensiero filosofico classico fu assunto anche dalla filosofia islamica e raggiunse l’ India ma i migranti degli ultimi decenni hanno familiarità con quest’ eredità culturale? (altro…)

Milord e Bocca di Rosa

13, Aprile 2013 Inviato da admin in : credenze e valori , 4commenti

È in atto una crociata puritana contro la prostituzione. L’ argomento principale è semplice (semplicistico?) la vendita di prestazioni sessuali rappresenta una violazione dei diritti umani e della dignità della donna, un’ attività criminale che comporta traffico di esseri umani e riduzione in schiavitù, e quindi va proibita.

Ma vediamo di affrontare la questione con pragmatismo e proporzionalità, basandoci su fatti accertati. (altro…)

Identità europea?

27, Dicembre 2012 Inviato da admin in : credenze e valori , 2commenti

Oggi si parla molto di recupero della nostra identità, dei valori fondamentali dell’ Europa, dell’ Occidente. Ma quali sono questi valori? E da dove vengono?

(altro…)

Esiste un design nel mondo?

23, Giugno 2009 Inviato da Giovanni Ruggia in : credenze e valori , 1 commento finora

You are crossing a heath on a well-worn path when a flash of early sunlight reflects from something lying over by an older trail. You follow the gleam to its source, brush away some dirt, and discover an old-fashioned gold pocket watch. Perhaps it is the same old watch that people have been finding for two centuries, but some details have been overlooked.
Its perfection still elicits wonder. The seam around the case is all but invisibile; the crystal is symmetrical and gleaming; the chain is made of exquisitely miniature gold links. The face has numerals sharply etched around the logo of Lifetime Watch Company. But even as you admire the watchmaker’s skill, the light reveals some surprising imperfections. The crystal is laced with slight distortions. And the chain, though beautiful and flexible, is thin and broken, thus explaining why the watch is here and not in a pocket. A notch in the seam is perfectly shaped for a thumbnail but large enough for dirt and water to enter easily. Odd, these flaws. You open the back, and the exquisite mechanism again inspires awe. How could anyone have designed, much less constructed, so many perfectly cut gears of rustproof brass, the hairlike spring of steel, the bilance wheel suspended by minuscule jewels? But when you try to set the watch, the knob is so tiny you can barely grasp it and a dozen twirls advance the hands only a single hour. You shake the watch. It ticks for five seconds, then is stopped by flakes of rust from that steel spring. What an odd device this is! So perfect in many respects, in other makeshift at best. How could the creator of such a masterpiece have allowed so many obvious flaws?

È molto diffusa l’ idea di ipotizzare un supremo artefice per spiegare ciò che sembra la presenza di un design nel mondo. Il mondo appare funzionare alla perfezione; i fenomeni naturali si svolgono, se non disturbati, senza intoppi; sembra inverosimile pensare che un tale meccanismo perfettamente integrato possa funzionare senza l’ intervento di un artefice massimo che l’ abbia sviluppato e prodotto.
Eppure gli esempi non mancano di imperfezioni del mondo che sono meglio compatibili con la selezione naturale che con un artefice massimo. (altro…)

A che serve la religione?

20, Dicembre 2007 Inviato da Giovanni Ruggia in : credenze e valori , aggiungi un commento

Strange is our situation here on earth. Each of us comes for a short visit, not knowing why, yet sometimes seeming to divine a purpose. From the standpoint of daily life, however, there is one thing we do know: that man is here for the sake of other men – above all for those upon whose smiles and well-being our own happiness depends. Albert Einstein
Ricordo vagamente da bambino libricini con episodi molto suggestivi sulla vita di Gesù Bambino. Per esempio Gesù, mentre gioca con i compagni, dà vita a pupazzi fatti con il fango
(altro…)