salta alla navigazione

Pratiche parentali e familiari: non solo sesso

8, febbraio 2018 Inviato da admin in : attualità , aggiungi un commento

Nel dibattito in corso sui concetti di famiglia possono essere utili alcuni dati scientifici. L’indagine in questo campo è stata oscurata da tentativi di individuare un’armonia di base nell’azione del creatore e di considerare le differenze di genere come complementari e la famiglia nucleare come base naturale della società.
L’evidenza scientifica mostra che le pratiche sessuali e parentali sono strettamente correlate con l’ecologia, la fisiologia e l’anatomia di una specie, quella umana compresa. Già Darwin aveva descritto nella teoria dell’evoluzione, a complemento della selezione naturale, la selezione sessuale, alla quale aveva ascritto particolare efficacia in determinati casi.
D’altro canto, l’antropologia mostra che molti problemi che si pongono con lo sviluppo delle moderne tecnologie di procreazione sono già stati affrontati da società “primitive” in un modo o nell’altro.
Un’interessante novità in questo campo è la teoria della “selezione sociale”, formulata da Joan Roughgarden, professoressa di biologia emerita a Stanford. Gli animali scambiano aiuti in cambio dell’accesso a opportunità di riproduzione e ciò aumenta l’importanza della collaborazione rispetto alla competizione, non solo tra individui ma anche tra geni di uno stesso pool genetico. (altro…)

Tempi duri per il libero pensiero

8, febbraio 2018 Inviato da admin in : attualità , aggiungi un commento

Il fondamentalismo islamico da decenni attacca a ogni occasione i diritti civili e sta raggiungendo nuovi livelli, non è più la rivendicazione del diritto a manifestare la propria identità ma la prevaricazione su quella degli altri.
Gli esempi di violazioni del diritto di professare le proprie idee sono numerosi: nei paesi musulmani, atei, baha’i, buddisti vengono imprigionati e torturati; cristiani e ebrei sono impediti nel professare la loro fede, assassinii di studenti, professori e blogger indipendenti rimagono impuniti, la segretaria generale dell’UNESCO viene minacciata di morte perché difende l’indivisibilità del patrimonio di Gerusalemme. Nelle comunità musulmane in Europa le persone vengono importunate perché non fanno il ramadan, le donne minacciate e aggredite se non si adeguano alle norme di abbigliamento e se frequentano delle persone non musulmane, la rue Jean-Pierre Timbaud a Parigi viene chiusa al traffico illegalmente per permettere la preghiera nella moschea salafita Omar. È importante sottolineare che non è tanto il cristianesimo a essere sotto tiro, come tentano spesso di far credere, ma soprattutto la libertà di pensiero, la libera indagine anche sui testi sacri, l’uguaglianza dei cittadini indipendentemente da religione, genere, gusti sessuali, ecc. (altro…)