salta alla navigazione

Credere in Dio è o non è una posizione razionale?

24, giugno 2014 Inviato da admin in : credenze e valori , aggiungi un commento

È forse nota a molti la famosa scommessa di Pascal (Blaise Pascal, 1623 – 1662, matematico, fisico, filosofo e teologo francese) sull’ esistenza di Dio. Secondo questa è meglio credere, cioé é più razionale nel senso di massimizzare i benefici, e comportarsi di conseguenza perché di fronte a una posta limitata (credere in questa breve vita) si ottiene un beneficio infinito nell’ Aldilà?  Ora, la scommessa si basa sull’ ipotesi di credere nel dio giusto e che egli (o è un’ ella?, o forse è meglio dire esso?) sia equo, onnipotente e misericordioso. Che verosimiglianza hanno queste ipotesi?

(altro…)

Il creazionismo è una scienza?

24, giugno 2014 Inviato da admin in : credenze e valori , aggiungi un commento

C’è un crescente attivismo da parte dl ambienti legati ai settori più conservatori delle religioni – soprattutto in America, ma se ne vedono accenni anche in Europa e nemmeno i paesi islamici stanno a guardare – per introdurre nei programmi scolastici una teoria chiamata creazionismo in alternativa alla teoria della selezione naturale per pressione ambientale. Secondo questa teoria gli esseri viventi sono troppo complessi per essersi evoluti grazie a un meccanismo aleatorio e senza un fine. La complessità del mondo biologico rende necessario postulare un creatore, o come si preferisce dire oggi un designer intelligente. Infatti oggi si cerca evitare il termine creazionismo, che suona un po’ obsoleto, per utilizzare il termine americano di “intelligent design”. Diciamolo subito! Il creazionismo non è scienza, almeno non è scienza come la intendiamo oggi, è piuttosto una versione contemporanea di conoscenza naturalistica primitiva.

(altro…)

Il successo delle medicine complementari

24, giugno 2014 Inviato da admin in : storia e scienza , aggiungi un commento

Le medicine complementari stanno ottenendo un successo crescente presso il pubblico e gli operatori sanitari malgrado non esistano prove della loro reale efficacia. Ma se così tanti pazienti e operatori li utilizzano e continuano a utilizzarle, in alternativa o in complemento alla medicina ortodossa, potrebbe esserci qualcosa di interessante da imparare.

La medicina ortodossa ha fatto registrare indubbi progressi e spettacolari successi nella prevenzione e cura di molte malattie e nella qualità di vita della popolazione ma in alcuni campi esistono ancora problemi. Siamo stati viziati da un secolo di successi in campo medico e ora ci aspettiamo rapidi rimedi per tutto.

La complessità della relazione tra medico e paziente rappresenta una vera e propria sfida per il metodo scientifico e va affrontata a diversi livelli. Non è la prima volta che la scienza si trova ad affrontare lo studio di sistemi complessi, è un campo di studi affascinante. (altro…)